Wai Guo Ren goes to China

February 14th 2012 – third day in Beijing for Malia.

After three days my sleep cycle still hasn’t properly settled. My eyelids tend to shut down in mid afternoon – I do my best to fight it, but then I give up and crash into bed around dinner time, missing out on food and waking up hungry like a wolf in the middle of the night.

I might be a fresher in this Uni but as far as I know there are no 24h shops to cater for a foreigner and her battle against jet lag. And also, the Chinese seem to me far nicer to those foreigners with a clearly foreign face – which is not my case, in case you were wondering.

At the border agency in the airport, I came across this policewoman who had just decided to be rude just for the sake of it. After flipping through my unmistakably Italian passport she handed me the immigration forms and thoroughly explained how to fill them in fluent Chinese. I was clearly having a hard time making sense of her words but she carried on anyway: I was the offending one, having – evidently – acquired a foreign nationality.

And food is not what you expect it to be. No matter how much you’re into Chinese food, it does taste different over here:  I ordered egg fried noodles, but they’re nothing like the ones I have at home. Different taste, different looks, different feeling – just different.

And when you face the foreign student bureau team you might be surprised they all hardly speak any English. What’s the point of all this severity and pride I wonder, if it all comes tumbling down with me asking: “Do you speak English?”. Smiles of discomfort fill up their long faces and glances almost turn docile, knowing they’re not carrying out their task at the uttermost best.

But I did enroll. And I am now a student at Tsing Hua University in Beijing.

Malia 2 – China 0

 

My student bike in Beijing

 

Giorno 14 febbraio, terzo giorno a Pechino.

Dopo 3 giorni ancora non riesco a dormire ad orari consoni allo stile di vita che andrò a percorrere. Continuo a sentir cedere le palpebre a tardo pomeriggio, fino a crollare defintivamente ad ora di cena che puntualmente, dopo aver saltato, mi ritrovo a svegliarmi a mezzanotte con un cratere allo stomaco.

Sono nuova in questo campus, e per quanto ne possa sapere a mezzanotte dentro l’università, non esistono chioschi aperti 24 su 24 per regalare un buon pasto ad una povera straniera vittima del jet leg.

I cinesi sembrano esser più gentili  con gli stranieri che hanno la faccia da stranieri.

Alla frontiera in aeroporto mi sono imbattuta con una impiegata/poliziotta rigorosa di sproposito. Dopo aver mostrato il passaporto palesemente straniero, mi ha incitato a compilare i moduli d’ingresso per i cittadini stranieri, ma senza suggerirlo in inglese bensì in cinese.

Nonostante le mie difficoltà di comprensione, non un battito di ciglio da parte sua: come se la sua fosse la parte offesa, tradita per il mio cambio di cittadinanza.

Il cibo non è come ci si aspetta. Per quanto si possa amare la cucina cinese, qui il cibo ha un sapore diverso: gli spaghetti all’uovo saltati non sono gli stessi, non hanno quel sapore, quell’odore e quell’aspetto familiare di casa.

Le stesse impiegate negli uffici e negli sportelli universitari che si occupano degli studenti stranieri a stento parlano inglese. Dal mio punto di vista non ci vedo nessuna utilità. Il loro rigore nel spiegare le normative universitarie in lingua madre fa presto a smorzarsi, non appena le si chiede “Do you speak english??” Il muso lungo , si riempie di un sorriso imbarazzato e lo sguardo si fa molto più mansueto, consapevoli di non adempiere a 100% al ruolo assegnato.

Mi sono immatricolata e sono una studentessa straniera presso il Tsing Hua University di Pechino.

Malia 2- China 0

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: